musica per correre

Musica per correre: le melodie più adatte per ogni stato d’animo

Gli effetti positivi derivanti dal connubio musica-attività fisica sono piuttosto noti tra coloro che praticano sport in modo continuativo. Anche la scienza ha constatato in modo oggettivo che praticare un’attività sportiva accompagnati da musica motivazionale, ovvero la classica musica per correre, permette alle persone di avere una resistenza fisica maggiore e di svolgere gli esercizi con più entusiasmo e convinzione.

Ascoltare canzoni che danno la carica quando si pratica sport fa bene, ma i classici auricolari dotati di filo possono essere un intralcio per l’esecuzione di alcuni esercizi. Per fortuna la tecnologia viene in nostro soccorso con gli auricolari Bluetooth.

Stili musicali adatti alle attività sportive

Quando un soggetto che pratica attività fisica ascolta musica che dà la carica, permette al cervello di rilasciare una sostanza conosciuta come dopamina. Si tratta di una molecola organica che contribuisce a migliorare l’umore, la resistenza e le capacità di coordinazione fisiche.

Per chi pratica uno sport come la corsa la musica rappresenta una compagnia, oltre a consentire al corpo di resistere qualche minuto in più rispetto a quando si corre senza avere le canzoni da running come alleate. Tuttavia, occorre selezionare con cura ed attenzione la playlist per correre, affinché il cervello produca la dopamina necessaria ad offrire un miglioramento delle condizioni fisiche e mentali.

Secondo un recente studio, perché il corpo e la mente riescano a beneficiare degli effetti prodotti dalla musica durante le attività sportive, come la corsa, è necessario che le canzoni selezionate abbiano una frequenza compresa tra i 130 e i 140 bpm. Si tratta del ritmo tipico di brani punk harcore, drum’n’bass, speed metal, ma anche rock e pop.

I brani che hanno una frequenza inferiore o pari ai 120 bmp non devono essere completamente esclusi dalla playlist per correre caricata sull’MP3, che ci fa compagnia durante le attività di running, tuttavia si tratta di brani che si addicono maggiormente alla fase di riscaldamento e alle sedute di stretching preliminari.

La palylist preferita da chi pratica la corsa

Correre (praticare sport) mentre si ascolta della musica ritmata offre dei considerevoli benefici all’organismo e ai tessuti muscolari, così come spiegato dal ricercatore Costas I. Karageorghis nel libro Applying Music in Exercise and Sport. In effetti, secondo alcune ricerche scientifiche accreditate, chi ascolta canzoni da running durante l’attività sportiva ha un fabbisogno di ossigeno inferiore del 7% rispetto a chi non ascolta niente.

Quando si selezionano le canzoni che faranno da sottofondo sonoro alla corsa occorre distinguere tra quelle più idonee per gli uomini e quelle più adatte alle donne. La spiegazione a tutto ciò risiede nella diversa frequenza cardiaca che caratterizza l’attività cardio-circolatoria dei maschi rispetto alle femmine, di conseguenza anche il ritmo della musica ascoltata durante l’attività fisica deve tenere conto di questa importante differenza.

In ogni caso, nella playlist running di ogni appassionato di corsa che si rispetti non possono mancare alcune canzoni, come:

  • Don’t stop believin’ (1981) Journey;
  • Lose yourself (2002) Eminem;
  • Eye of the tiger (1982) Survivor;
  • You’re the best (1984) Joe Esposito;
  • Hearts on fire (1985) John Cafferty & The Beaver Brown Band;
  • Run, Baby, run (1995) Sheryl Crow;
  • Wish I could fly (1999) Roxette;
  • Maniac (1983) Michael Sembello;
  • The winner takes it all (1980) Abba;
  • What a feeling (1983) Irene Cara;
  • Gonna fly now (1976);
  • We are the champions (1977) Queen.

Le città in cui si ascolta musica per correre 

La musica facilita e favorisce l’attività sportiva, ma nonostante questa sia ormai una certezza verificata anche dal punto di vista scientifico esistono ancora molte persone che praticano eserciti ginnici senza ascoltare la tipica musica per correre.

Secondo un recente studio in alcune città del mondo l’abitudine di ascoltare musica durante la corsa e gli esercizi sportivi è più diffusa rispetto ad altre, stiamo parlando di una classifica che vede l’Italia completamente assente dalla seguente top 10:

1. Oslo, Norvegia

2. Miami, Florida, USA

3. Washington, D.C., USA

4. Londra, Inghilterra

5. Copenhagen, Danimarca

6. Gothenburg, Svezia

7. Phoenix, Arizona, USA

8. Dallas, Texas, USA

9. Auckland, Nuova Zelanda

10. Toronto, Ontario, Canada

Si tratta di una buona abitudine che offre benefici psicofisici importanti e che, grazie alla tecnologia wireless, è diventata ancora più semplice. Gli auricolari Bluetooth infatti favoriscono il dualismo musica-sport senza creare alcun impedimento allo svolgimento dell’attività sportiva.

Per favore ruotare il dispositivo per una esperienza migliore