estrattore centrifuga

Quale scegliere: centrifuga o estrattore di succo?

È risaputo che integrare frutta e verdura nella dieta di tutti i giorni è importante per mantenersi in salute e in forma. Secondo alcuni studi, un consumo regolare di frutta e verdura riduce del 26% i rischi di infarto e di problemi cardiovascolari; mentre altri studi evidenziano come l’assunzione di antiossidanti contenuti in frutta e verdura giochino un ruolo importante nel ritardare l’insorgenza di Alzheimer. A volte però, anziché tagliare la frutta in pezzi e mangiarla, o preparare insalate elaborate, c’è chi preferisce estrarne il succo per berlo semplicemente e assorbirne le vitamine. È una soluzione dissetante, soprattutto in estate, e comoda durante tutto l’anno perché ci permette di concentrare tutte le vitamine e i benefici di frutta e verdura in un solo bicchiere e di assorbirle in pochi sorsi.

Ma quale elettrodomestico è più adatto a questo scopo? Un estrattore o una centrifuga? Quali sono le differenze? Entrambi sono ottimi prodotti e danno come risultato una bevanda nutriente e benefica per il corpo a partire da frutta e verdura, ma lo fanno in modo differente e con un risultato diverso. Si tratta di capire quali sono i gusti e le abitudini di ognuno. Spesso si fa confusione in fase di acquisto, ma cerchiamo di arrivare… al succo della questione.

La differenza principale tra un estrattore di succo e una centrifuga è che

  • l’estrattore di succo separa il succo dalle fibre e quello che resta da bere è appunto il succo della frutta o della verdura
  • il centrifugatore di frutta invece mescola insieme tutti gli ingredienti, incluse le fibre, che decidiamo di inserire ed è adatta a creare frullati, bevande più dense che richiedono più tempo per essere digerite ma che saziano più a lungo

 

Come funzionano un estrattore di succo e una centrifuga?

L’estrattore di succo utilizza una sorta di vite (coclea) che spreme lentamente la frutta e la verdura. È un processo meno veloce rispetto alla centrifuga, ma più silenzioso, che richiede di tagliare i pezzi di cibo prima di inserirli. Con l’estrattore è possibile mettere insieme più frutta o verdura e ottenere le vitamine, i minerali e i nutrienti in una bevanda facile da digerire.

La centrifuga utilizza appunto la forza centrifuga per estrarre i succhi di frutta e verdura, grazie a delle lame che ruotano ad alta velocità; il procedimento è più rapido, più rumoroso, ma non richiede di tagliare in piccoli pezzi il cibo. Con la centrifuga si assumono tutti gli ingredienti degli alimenti che si mixano; la bevanda ottenuta soddisfa l’appetito dando un senso di sazietà prolungato; conserva inoltre le fibre che aiutano la digestione in modo naturale e prevengono la costipazione.

Cosa si può preparare con un estrattore di succo e con una centrifuga?

Gli alimenti che si possono utilizzare variano da modello a modello e quindi dalla capienza. In generale, alcuni cibi si prestano meglio a essere lavorati con un estrattore di succo e altri con una centrifuga. Vediamo degli esempi.

  • L’estrattore di succo è adatto alla preparazione di succhi di frutta, ma non solo: anche di passate, sorbetti e latte vegetale. L’estrattore può processare alimenti più duri (come i semi) e preparare alimenti vari come gelati, passate di verdura e latte di soia, risultando quindi più versatile; fatica però con le verdure a foglia verde come ad esempio gli spinaci.

Vitamine e minerali vengono concentrati nella bevanda e verranno quindi assorbiti rapidamente dal fisico. Visto che le fibra vengono rimosse, la digestione della bevanda sarà rapida e quindi l’estrattore è adatto a chi ha difficoltà a digerire ma vuole assumere tutti i benefici di frutta e verdura.

  • La centrifuga produce principalmente frullati di frutta e verdura, un esempio classico è la centrifuga di frutta che oggi viene servita anche nei bar. La centrifuga utilizza frutta e verdura dura e morbida, senza però consentire di preparare sorbetti o bevande più complesse come l’estrattore; in compenso lavora molto meglio verdure a foglia verde come gli spinaci, estraendone tutte le proprietà.

Con la centrifuga non ci sono sprechi: quello che viene inserito viene tritato. La bevanda prodotta darà una carica in maniera lenta ma costante, quindi senza un rilascio di zuccheri troppo rapido o troppo lento, tanto che solitamente rende sazi a lungo. Le fibre bevute con la centrifuga aiutano la digestione e la rimozione di tossine.

Per quel che riguarda il succo di frutta e vero e proprio, quello centrifugato è solitamente più schiumoso e diviso in livelli, mentre quello estratto sarà più omogeneo.

Si riscontrano differenze tra estrattore e centrifuga in termini di proprietà nutrizionali?

Per molti potrebbe essere un aspetto molto importante, ma, sebbene non ci sia una risposta chiara, sembrerebbero non esserci grosse differenze tra una bevanda prodotta con l’estrattore e una da centrifuga per quel che riguarda le proprietà nutrizionali. C’è però da tenere presente la conservazione: prodotti centrifugati andrebbero consumati subito, mentre i succhi estratti hanno una durata maggiore se conservati in frigorifero.

Ingombro e prezzi di un estrattore di frutta e di una centrifuga

  • L’estrattore potrebbe avere un ingombro maggiore, ma dipende dai modelli – tra gli estrattori di succo più venduti ci sono Breville, Omega, Hamilton Beach e Black and Decker. Tra gli estrattori di succo ci sono modelli più veloci e più lenti; quelli lenti pressano il cibo con maggior precisione e più a lungo, estraendo il succo in modo più efficiente, ma si tratta di elettrodomestici generalmente più ingombranti.
  • La centrifuga è solitamente più compatta e sviluppata in verticale; tra i marchi più comuni ci sono NutriBullet, Vitamix, Oster e Breville. La migliore centrifuga è quella che garantisce una lunga durata dei pezzi, ma soprattutto facilità di utilizzo e di pulizia dei pezzi.

In linea di massima, la centrifuga è un elettrodomestico più economico dell’estrattore, con prezzi che partono da qualche decina di euro; vanno quindi valutate le caratteristiche dei vari modelli e l’uso che si intende farne.

Di recente sono diventate sempre più richieste le centrifughe per una bevanda singola (NutriBullet e marchi simili) che si focalizzano sulla rapidità di utilizzo, e quindi il mercato ha ampliato l’offerta.

Quale scegliere: estrattore di succo o centrifuga?

Se il vostro scopo è ottenere alimenti che migliorano la digestione attraverso l’assunzione di fibre e che saziano più a lungo, è consigliata la scelta della centrifuga, con cui si possono ottenere frullati di banana, frutti di bosco e avocado.

Per dei succhi freschi che nutrono il corpo rapidamente con vitamine, minerali e antiossidanti naturali presenti nella frutta e verdura, è da preferire l’estrattore di frutta.

Per favore ruotare il dispositivo per una esperienza migliore