aspirapolvere o scopa elettrica

Aspirapolvere o scopa elettrica? Come scegliere il prodotto giusto

Cambiano i tempi, le tecnologie si evolvono ma diciamolo chiaramente: l’aspirapolvere resta uno dei più validi alleati per tutte le casalinghe. Nel corso del tempo, questo strumento si è evoluto tanto da diventare di volta in volta indispensabile nella pulizia quotidiana delle nostre case.
Il mercato offre tantissime soluzioni d’acquisto; grazie ad un buon rapporto qualità prezzo, oggi ogni abitazione o ufficio ha a propria disposizione questo elettrodomestico. Come spesso accade per i prodotti utilizzati per la cura della casa, anche in questo caso le più esperte in materia, si dividono in due fazioni ben distinte: le sostenitrici dei cari e sempre affidabili aspirapolveri contro le fan delle nuove e super tecnologiche scope elettriche.

Aspirapolvere vs. scopa elettrica

Anche se dal punto di vista del design, le aspirapolveri tradizionali possono apparire più ingombranti, la maggiore potenza di aspirazione sembra essere il loro, indiscusso, punto di forza. Inoltre, a discapito di quanto spesso si è portati a credere, anche le aspirapolveri possono essere senza sacco.

In questo caso, per individuare il migliore aspirapolvere adatto alle nostre esigenze, si ha la possibilità di scegliere tra diversi modelli che si differenziano, in primis, per la tipologia di filtro: non ciclonico, ciclonico  e multi ciclonico. Il primo è facilmente visibile nella struttura esterna dell’aspirapolvere tant’è vero che può essere rimosso, svuotato, pulito e riutilizzato tutte le volte che lo si desidera.

Il filtro ciclonico, invece, permette all’aria di risalire e consente di raccogliere molta più polvere rispetto al modello precedente; di conseguenza ha bisogno di una manutenzione meno frequente.

L’aspirapolvere con filtro multi ciclonico è l’ultimo arrivato in questa categoria di elettrodomestici. È dotato di un meccanismo che consente al proprio interno di dividere la polvere aspirata in particelle tanto piccole da essere dissolte e per questo prima di essere pulito o di intervenire per attività di manutenzione, possono passare anche mesi dal primo utilizzo.

Inutile girarci intorno, questo tipo di elettrodomestico è anche detto “aspirapolvere a traino”, definizione data dalla sua struttura che viene appunta trascinata grazie al tubo al quale si collega l’accessorio che si vuole utilizzare, dal semplice aspiratore fino ad arrivare al battitappeto.

Scope elettriche che passione!

Che sia essenziale o super accessoriata la scopa elettrica ha definitivamente riposto nell’armadio dei ricordi la cara e vecchia scopa con setole. Facilmente utilizzabile sia per una pulizia quotidiana e veloce che per un intervento più profondo e radicale, questo elettrodomestico è oramai un must have. Tra le offerte proposte dal mercato è possibile scegliere la migliore scopa elettrica tra tantissime alternative. Leggere, talmente piccole da poter essere nascoste dietro ad un mobile, le scope elettriche di oggi sono diventate dei veri e propri gioielli di tecnologia. Si va dalle più articolate, componibili e multiuso, a quelle più essenziali, pratiche, ideate per essere utilizzate tutti i giorni. Le migliori scope elettriche di ultima generazione hanno tutte delle caratteristiche in comune bene definite: anche se persistono i modelli con filo, spesso lungo anche 7 metri, la maggior parte delle nuove scope elettriche presenti sul mercato sono senza fili, sono ricaricabili e hanno delle dimensioni talmente ridotte da poter essere riposte anche negli spazi più piccoli, nascoste dietro ad un armadio o tra uno scaffale e l’altro del ripostiglio. L’opzione con o senza sacco è valida anche con le scope elettriche, se avete problemi di allergia o non volete acquistare continuamente sacchi di ricambio la scelta ricadrà senza dubbio sul secondo tipo di alternativa in cui dovrete solo avere cura e manutenzione dei filtri.

La maneggevolezza di una scopa elettrica

La maneggevolezza è poi tra le caratteristiche più amate delle scope elettriche migliori, i modelli slim possono arrivare anche a pesare solo poco più di due kg. In questo caso il design fa la sua parte: non è un caso che le scope elettriche portatili, che sembrano diventare un prolungamento del proprio braccio, siano sempre più diffuse. Pratiche ed ergonomiche sono perfette per raggiungere anche i punti più nascosti ed eliminare definitivamente la polvere dalla nostra casa. Ma i vantaggi oltre che estetici sono anche funzionali. Basti pensare che molte di queste consentono di sostituire facilmente il beccuccio principale con uno molto più piccolo che in pochi minuti trasforma la scopa elettrica in un potente aspirabriciole di ultimissima generazione.

Un altro aspetto da non trascurare è il rispetto dei limiti energetici. Sia per gli aspirapolveri che per le scope elettriche vige la classificazione dalla A alla G, dalla più efficiente a quella con un consumo più elevato. Scegliendo un elettrodomestico di qualità A avrete a disposizione uno strumento valido che allo stesso rispetta l’ambiente e consuma poca elettricità.

Due elettrodomestici tanto simili quanto ben distinti, da scegliere in base alle proprie esigenze: potente ed efficace l’aspirapolvere poco si addice a case e appartamenti organizzati su più piani dove sarà preferita la scopa elettrica, utile soprattutto per chi, preferisce una pulizia veloce, accurata e quotidiana.

Il futuro probabilmente vedrà scomparire il caro vecchio aspirapolvere a traino per lasciare spazio a soluzioni sempre più smart e chissà che le scope elettriche non diventino le uniche protagoniste del mercato.

Per favore ruotare il dispositivo per una esperienza migliore