I migliori Smartwatch del 2017

  • Prodotto
  • Voto finale
  • Prezzo
  • Pro
  • Contro
  • Caratteristiche

 

Come scegliere il migliore Smartwatch

Lo smartwatch è uno di quegli accessori definiti wearable, ovvero è un prodotto tecnologico che si può indossare. Negli ultimi anni ne sono usciti in commercio davvero tanti, quasi tutte le case costruttrici di smartphone hanno prodotto il loro smartwatch vista la sempre più richiesta sul mercato di questo tipo di prodotto e vista la curiosità che suscitano. Leggendo sul web si trovano commenti e richieste sul migliorare le prestazioni degli smartphone, chi li vorrebbe con la fotocamera, chi vuole le chiamate, chi schermi più grandi per vedere immagini e video. Sembra quasi che l’idea si quella di avere uno smartphone da polso, ricordiamoci che è un orologio e può compensare il lavoro dello smartphone, non sostituirlo, almeno per ora.

Di seguito le più importanti caratteristiche da valutare per acquistare un ottimo smartwatch.

 

COMPATIBILITÀ

Sembra scontato ma la prima cosa da valutare è che il vostro smartphone sia compatibile con lo smartwatch, altrimenti avrete speso soldi per niente. Non solo compatibilità tra sistemi operativi, ma anche tra bluetooth visto che è la connessione più comune tra smartphone e smartwatch. Infatti il bluetooth smart (che sia versione 4.0, 4.1, 4.2, ecc) non può connettersi con versioni più vecchie. Per fortuna solo pochi smartwatch hanno il bluetooth smart, solitamente quelli sportivi costruiti appositamente per l’attività fisica. Tutti gli altri montano un bluetooth smart ready che è compatibile con qualsiasi versione.

1° Consiglio: Verificate sempre che il sistema operativo dello smartphone sia compatibile con lo smartwatch, inoltre accertatevi che il bluetooth dello smartwatch sia smart ready.

 

DIMENSIONI E DISPLAY

Le dimensioni dello smartwatch e il peso possono incidere sulla scelta dato che solitamente non sono contenute. Per certi polsi sono davvero grandi e anche il design sembra esser fatto più per il genere maschile, ma qualche marchio sta producendo versioni più femminili fortunatamente. Gli schermi possono essere quadrati o tondi, il primo caso è la quasi totalità degli smartwatch. d’altronde per poter avere un display decente non si può lesinare sulle dimensioni, ricordatevi solo di provarlo prima dell’acquisto perché se non siete abituati potrebbe dare un po’ di fastidio.
Anche lo spessore può incidere, sicuramente a qualcuno è capitato di avere un bel orologio più spesso di 1 cm e di non riuscire ad indossarlo perché gli dava fastidio. Gli smartwatch difficilmente sono più sottili di 1 cm quindi come detto prima provateli!

La quasi totalità degli schermi è touchscreen e oggigiorno sono davvero ben fatti, sia dal lato strutturale sia sotto il profilo di colori e users experience. Infatti il tocco del dito viene percepito molto bene anche su una superficie ridotta e il vetro è davvero molto robusto. Per quanto riguarda la luminosità troviamo in commercio smartwatch che non hanno la funzione automatica di regolazione della luminosità e se ce l’hanno è meglio fare una prova sotto la luce diretta per vedere se vi soddisfa.

Per quanto riguarda la risoluzione è meglio puntare a qualcosa sopra i 300×300 pixel per essere sicuri di avere tra le mani un buon prodotto.

2° Consiglio: Indossate lo smartwatch per vedere se è adatto al vostro polso. Verificate la luminosità se possibile così da non aver sorprese.

 

GESTIONE  DELLE NOTIFICHE E DELLE CHIAMATE

Questo argomento è tra i più delicati e tra quelli che gerano più frustrazione. Sembra quasi scontato che lo smartwatch possa inviare notifiche e chiamate, ma così non è. Infatti la maggior parte mostra solo una notifica nonostante ne abbiate ricevute anche di più (sia esso Whatsapp, telegram o altre app di messaggistica) e solo pochi permettono di rispondere direttamente dallo smartwatch, e la risposta solitamente è dettata a voce e trascritta dallo smartwatch con evidenti problemi di comprensione nella maggior parte delle volte. Per quanto riguarda le chiamate è possibile avviare una chiamata da smartwatch o rifiutarla, ma si deve parlare tramite lo smartphone perchè per ora solo pochissimi orologi permettono la chiamata diretta.

Ci sono poi modelli che all’arrivo di una notifica vibrano quel tanto da segnalarne l’arrivo, in altri invece la vibrazione è quasi assente.

3° Consiglio: Se comprate uno smartwatch per rispondere direttamente a chiamate e messaggi da app dovrete fare molta attenzione, per ora non sono ottimizzati.

 

CONNETTIVITÀ

Il bluetooth è stata la prima connessione utilizzata tra smartphone e smartwatch e tutt’ora è ancora presente. Molti brand stanno producendo orologi che si possano connettere direttamente alla rete Wi-fi e tramite questa configurarsi allo smartphone, a condizione che anche quest’ultimo sia connesso alla stessa rete.

Per quanto riguarda la connessione internet solitamente lo smartwatch usa il consumo dati dello smartphone, così da poter prevedere anche l’utilizzo del GPS e i ricerche online. Esistono tuttavia degli smartphone che hanno la slot dedicata per la sim così da avere un proprio consumo di dati ed utilizzarlo online anche se non connesso allo smartphone.

3° Consiglio: Se possibile puntate ad uno smartwatch che abbia la possibilità di collegarsi al Wi-fi.

 

ATTIVITÀ FISICA

Se siete degli sportivi allora questa sezione è dedicata a voi. Gli smartwatch di ultima generazione oltre ad avere il sensore per il battito cardiaco hanno molti altri sensori che permettono il controllo e l’analisi di dati derivanti dall’attività fisica. Ognuno ha applicazioni diverse, alcune di sistema fornite dalla casa madre, altre molto interessanti che possono essere installate se compatibili. Molti orologi permettono di monitorare attività al chiuso e all’aperto, in acqua o ad alte quote. Se siete amanti delle camminate e delle escursioni non potete non avere il GPS integrato.

4° Consiglio: Per chi pratica sport e attività fisica in generale sarebbe bene soffermarsi sulle possibili app con cui lo smartwatch può interfacciarsi.

 

IMPERMEABILITÀ

Negli ultimi anni si è sempre più sentito parlare di certificazione IP nel settore della tecnologia. Cerchiamo di capire cos’è esattamente. Secondo la norma internazionale IEC 60529 la sigla “IP” sta per International Protection ed indica un punteggio in merito alla protezione da acqua e polvere. Le certificazioni che interessato gli smartwatch sono IP67 e IP68, entrambe certificano che il prodotto è completamente protetto da infiltrazioni di sabbia e polvere e che non subisce danni derivanti dall’acqua. L’unica differenza tra i due è che l’IP67 garantisce l’impermeabilità all’acqua fino a 1 metro di profondità per un massimo di mezz’ora, IP68 invece per immersioni superiori al metro, fino a 10 bar, per un massimo di un ora.

La certificazione in oggetto però prende in considerazione l’acqua dolce quindi l’acqua salata e l’acqua delle piscine (con altre concentrazioni di cloro) potrebbero risultare corrosive a lungo andare. Questo non vuol dire che non potete usarlo al mare o in piscina ma assicuratevi di risciacquarlo con cura.

5° Consiglio: Verificate la certificazione IP dello smartwatch così da non avere brutte sorprese.

 

DESIGN E MATERIALI

I gusti son gusti, non si discute. Per fortuna che sul mercato ci sono tanti smartphone che possono soddisfare quasi tute le esigenze, si trovano infatti con cassa in metallo, plastica o ceramica; dai colori scuri ai colori luminosi; eleganti o sportivi; con il cinturino in silicone, pelle o metallo. Se avete un’idea in mente su come volete che sia esteticamente il vostro smartwatch date un’occhiata anche a cinturini alternativi, non è così raro aver voglia di cambiare colore o materiale.

6° Consiglio: Ognuno ha il suo gusto in fatto di orologi, valutate le alternative ed eventualmente le parti che si possono sostituire.

 

torna al menu ↑

Smartwatch Huawei Watch

Smartwatch Huawei WatchLo smartwatch Huawei Watch è disponibile nel modello “Classic” o “Active“, sicuramente tra i dispositivi della wereable technology maggiormente apprezzati sul mercato. Il Huawei Watch si presenta con linee molto delicate e con grande cura dei particolari. Il dispositivo permette di scegliere tra ben cinque cinturini con una diversa lavorazione ed una diversa trama, in modo da adattarsi perfettamente ad ogni gusto e preferenza. Il display è un AMOLED da 1,4″, con una risoluzione da 400 pixel per 286 PPI.

Il Huawei Watch come sistema operativo monta l’Android Wear e come processore utilizza il Qualcomm Snapdragon 400 da 1.2 GHz e 4 core, con una memoria di archiviazione da 4 GB e una RAM da 512 MB.

PER LEGGERE LA RECENSIONE COMPLETA CLICCA QUI

 

Per Acquistarlo subito vai su 

torna al menu ↑

Smartwatch Samsung Gear S3

Smartwatch Samsung Gear S3lo smartwatch Samsung Gear S3 merita senza dubbio un posto di diritto nella classifica dei 5 migliori smartwatch 2017. Questo dispositivo super tecnologico, che racchiude innovazione ed eleganza, ha l’aspetto di un orologio classico con le funzionalità di uno smartwatch moderno. Il Samsung Gear S3 è un modello unico, in quanto permette allo stesso tempo di essere costantemente connessi con i propri amici, di monitorare le proprie attività sportive outdoor ed è personalizzabile in base al proprio stile. Esistono due modelli: il “frontier“, che con il suo look sportivo e la cassa in acciaio inossidabile è perfetto per chi ha uno spirito avventuriero, ed il “classic“, con un aspetto vintage realizzato con materiali pregiati e acciaio spazzolato per ogni evento glamour e mondano. Nella confezione è presente anche un secondo cinturino di misura differente così da avere maggiore confort sul polso. A livello dei materiali c’è da sottolineare l’acciaio utilizzato per la cassa che soddisfa le specifiche militari, quindi è un orologio praticamente indistruttibile.

PER LEGGERE LA RECENSIONE COMPLETA CLICCA QUI

 

Per Acquistarlo subito vai su 

torna al menu ↑

Smartwatch Apple Watch Series 2

Smartwatch Apple Watch Series 2Nel panorama dei 5 migliori smartwatch 2017 rientra lo smartwatch Apple Watch Series 2, alias la seconda generazione dell’Apple Watch con lo stesso design ma con novità sostanziali. Il gioiellino griffato Apple innanzitutto garantisce una maggiore resistenza all’acqua, con la capacità di arrivare fino a 50 metri di profondità, dotato di un processore dual core, un display ancora più luminoso ed un GPS integrato che permetterà di non “perdere mai la rotta”. Apple Watch Series 2, disponibile in 38 e 42 mm, monta una cassa in alluminio, acciaio o ceramica per la versione “edition”.  Sono state realizzate due versione in collaborazioni con Nike ed con Hermes, naturalmente con quadranti e cinturini personalizzati. Premendo su una corona digitale posizionata al lato dello smartwatch. è possibile accedere a SIRI, e lateralmente c’è un altro tasto che consente di accedere alle app recenti ed a quelle preferite.

PER LEGGERE LA RECENSIONE COMPLETA CLICCA QUI

 

Per Acquistarlo subito vai su 

torna al menu ↑

Smartwatch LG Watch Urbane

Tra i 5 migliori smartwatch 2017 che abbinano lo stile elegante di un orologio e la funzionalità di un dispositivo mobile merita sicuramente una menzione lo Smartwatch LG Watch Urbane. Si presenta come un vero e proprio orologio da polso, estremamente elegante e con una linea classica, con cassa di acciaio inossidabile e cinturino di pelle trapuntato, ma è possibile scegliere altri cinturini. Questo gioiellino si può portare tranquillamente al polso anche al lavoro, con la possibilità di sfruttare tutti i vantaggi di uno smartwatch. Estetica, funzionalità e compattezza convivono armoniosamente nell’LG Watch Urbane, uno degli 5 migliori smartwatch 2017.

PER LEGGERE LA RECENSIONE COMPLETA CLICCA QUI

 

Per Acquistarlo subito vai su 

torna al menu ↑

Smartwatch TomTom Spark 3

Lo smartwatch TomTom Spark 3, più uno sportwatch, fa parte  della generazione di orologi intelligenti della gamma “Spark”. È indicato soprattutto per chi pratica sport a livello amatoriale o semi-professionistico, con particolare attenzione al tracciamento dell’attività fisica. Sul retro del TomTom Spark 3 è presente un sensore per il battito cardiaco, che può essere utilizzato subito dopo la sua attivazione. Il sensore HR viene attivato ad intervalli regolari, in modo da ottimizzare anche il consumo della batteria. Così facendo è possibile monitorare costantemente il battito cardiaco, con tanto di storico del suo andamento, ed allo stesso tempo garantire una lunga durata della batteria.

PER LEGGERE LA RECENSIONE COMPLETA CLICCA QUI

 

Per Acquistarlo subito vai su 

Login/Register access is temporary disabled